IL FIORE CON L’ELMO

Condividi l'articolo

Il nome è pomposo e oscuro, come spesso accade con l’onomastica botanica: galeopsis pubescens. Ma è comunemente nota come canapetta. Il fiore ricorda vagamente l’orchidea ma non lo è. L’etimologia è curiosa poiché il nome (imposto dal solito, onnipresente Linneo) deriverebbe dal termine greco/latino “Galea”, vale a dire “casco” dal momento che la parte superiore del fiore ricorda vagamente un elmo. Chi conosce a fondo le erbe nostrane ne utilizza in primavera le cime ancor giovani per ricavarne insalate o per ripassarle in padella con olio e cipolla oppure ancora per produrre frittate o minestre. Ma non provateci: potreste scambiarle con essenze vegetali tossiche. Invece l’insetto verde – blu che staziona su una foglia è un minuscolo coleottero. Si chiama chrysolina fastuosaè golosa di ortiche e possiede una magnifica livrea metallizzata che ricorda la brunitura accidentale dell’acciaio inossidabile sottoposto a saldatura. Gli esemplari più grandi non raggiungono il centimetro. Tenetevi forte: esemplari di crysolina fastuosa si possono acquistare su internet. Pare anche che ci sia qualcuno ne acquista in quantità.

Quando si raccoglie
Si raccolgono le cime delle piante ancora giovani in primavera, recidendo le ultime 4 – 6 foglie, prima che la pianta inizi a ramificare.
In cucina
Si consumano lessate e condite con olio e limone o aceto, oppure ripassate in padella con burro e una grattata di formaggio o con olio e cipolla, oppure usate per preparare frittate e ripieni o nelle minestre di verdure.
Propriet
Le sono attribuite proprietà amaro-toniche, diuretiche e remineralizzanti.

Articoli correlati

I FIORELLINI BIANCHI DI ATTILA

Condividi l'articolo

Condividi l'articolo             Belli e delicatamente candidi. Sono i fiori della Reynoutria Japonica, più nota come Poligono giapponese o Canna del Giappone. Pianta aliena, insomma, che sta invadendo…

LA PIANTA COL CIANURO

Condividi l'articolo

Condividi l'articolo             Ce n’è una gran quantità anche da noi. Lungo le cancellate e le reti dei giardini si possono notare a primavera inoltrata le sue fitte…

LA TROMBETTA DI MONET

Condividi l'articolo

Condividi l'articolo             Lo chiamano “trombetta della Madonna” forse a causa del bell’azzurro – viola dei petali. Ma anche “giglio africano” per le sue origini. Sta di fatto…

Il fiore del Formaggio

Condividi l'articolo

Condividi l'articolo             Con quest’erbetta dai leggiadri fiorellini bianchi si fa il formaggio. Non c’è niente da ridere. È proprio così. Lo dice il suo nome comune: caglio…

Il fiore del velcro

Condividi l'articolo

Condividi l'articolo             Quello riprodotta nella foto è il fiore del velcro. No, non sono in preda ai fumi dell’alcool. Lo capirete fra qualche riga. Si tratta della…

L’ortica morta

Condividi l'articolo

Condividi l'articolo             Quello che vedete nella foto è un fiore di ortica. Non di una “vera” ortica bensì di una “falsa ortica”: lamium album, secondo il medico,…